Madagascar

L’isola dei Lemuri

“Innumerevoli scenari ed intense emozioni per il vostro viaggio in Madagascar… la natura qui offre il meglio di sé, quindi non lasciatevela scappare!”

Perché andare?

Incredibili contrasti cromatici in un grande santuario naturalistico, dove ad oggi si contano circa 50 aeree protette! Un viaggio in Madagascar per poter abbinare la scoperta di intere e variegate regioni al mare cristallino!
Potrete infatti trovare spiagge incontaminate, tour avventurosi in piroga o viaggi alla ricerca dell unicità della flora e della fauna. Un viaggio per chi vuole avvicinarsi alla semplicità di un mondo ancora lontano dallo stress.

Accolti da barriere coralline ricche di pesci esotici, circondati da lussureggiante vegetazione tropicale e immersi nel magico profumo del fiore ylang-ylang; è davvero una meta incantevole e da sogno.
Un viaggio in Madagascar nella terra dei lemuri!! Ben 50 specie, che rappresentano oltre che un’autentica attrazione turistica, un vero mondo a parte, un piccolo ecosistema nel regno animale.

Le attrattive principali sono senz’altro i Parchi e le Riserve Naturali, i paesaggi e i colori dei villaggi degli altopiani e del sud del Paese, nonché le spiagge ed il mare che con la sua barriera corallina popolata da numerose ed interessanti forme di vita che attrae subacquei ed appassionati di pesca da tutto il mondo. L’atmosfera che si respira è qualcosa di magico che rimarrà a lungo nel vostro cuore…

madagascar-ThinkstockPhotos-177417846

Tra le bellezze dell’Isola : la regione del nord con il Parco Nazionale de La Montagne  d’Ambre, gli Tsingy Rouge (un insieme di rocce  calcaree dalle forme più svariate, un must assoluto di tutto il soggiorno in Madagascar!), il Mer d’Emeraude, le baie di Sakalava, dei piccioni, delle dune, de Courrier o la Riserva  Naturale de l’Ankarana; gli altopiani centrali, uno spaccato del Madagascar che  attraversa diverse regioni abitate da  popolazioni appartenenti a differenti tribù; la parte orientale del Paese, per chi desidera  esplorare la foresta pluviale.

E potrete scegliere l’isola dove dedicarvi  completamente al relax assoluto, a voi l’imbarazzo delle scelta:  Nosy Be la “Grande Isola“ o l’“Isola dei Profumi” in quanto è ricca di caffè e spezie come la vaniglia, il cacao, il pepe, la cannella e il frangipane. Nosy Be presenta una fauna ed una flora eccezionali grazie al clima tropicale.

È il punto di partenza per scoprire le isole circostanti come Nosy Iranja, Nosy Komba e l‘arcipelago delle Mitsio; Nosy Iranja, formata da due isole collegate da una lunga striscia di sabbia; qui il mare è da sogno e sono presenti in grande numero anche diverse specie di uccelli marini attirati dalla presenza dei pesci nelle acque basse. L’attrazione principale dell’isola restano le tartarughe! E poi Nosy Saba , un’oasi di relax e tranquillità, circondata da un mare dalle mille sfumature di blu e spiagge candide; o Nosy Komba che vive di un’ atmosfera particolare, dove il tempo sembra essersi fermato.

Qui si trovano artigiani che costruiscono ancora piroghe in legno lunghe fino a 9 metri. L’interno è aspro con una foresta dove si trova una riserva naturale a protezione del lemure macaco.

Questo e tanto altro ancora…. è il Madagascar!!

La cucina

Il Madagascar presenta al turista una varietà di cucine differenti, di frutti esotici e carni assolutamente uniche, il tutto condito con le migliori spezie del mondo. Preparatevi a vedere del riso in ogni piatto: il riso è onnipresente e rappresenta la quasi totalità delle calorie della gran parte della popolazione malgascia.

Le altre passioni della cucina locale sono le fritture; esistono fritture sia salate, per esempio dei triangoli di sfoglia di riso con all’interno carne o verdure, ma anche dolci , come le ottime banane fritte!E poi un’infinità di frutta, quasi tutta insolita per noi europei , ma gustosissima! A parte le classiche banane , ananas e cocchi, qui potrete trovare frutti esotici spesso esistenti solo in Madagascar: corasol, jak, litchis, frutto del baobab, il frutto pomodoro e tanti altri …Sulla costa del Madagascar il pesce invece la fa da padrone: grigliato, con la salsa, ma a volte anche crudo. E i crostacei non mancano mai: dai numerosi granchi di mangrovia, alle aragoste o anche ai gamberoni.

 market

Curiosità

Nella capitale, Antananarivo si svolge tutti i giorni un mercato chiamato “Zoma”, uno dei più vasti mercati all’aperto del mondo. Il venerdì raggiunge un’estensione enorme, centinaia e centinaia di bancarelle si snodano lungo le vie cittadine, occupando tutta l’Avenue de l’Independance, mostrando una grandissima varietà di prodotti tipici dell’artigianato malgascio: oggetti in legno, deliziose composizioni floreali realizzate su pergamene (un ricordo di antiche tradizioni), tappeti, batik in cotone e in seta di vari colori, tende, tovaglie con ricami naif; e poi i “papier” Antaimoro una carta d’avoha su cui vengono applicati dei fiori secchi variopinti….Fra i prodotti più caratteristici c’è il “solitaire”, un gioco di sfere dentro un alveo di legno

 

Quando Andare

 Il clima del Madagascar è generalmente secco nei mesi fra aprile e novembre, relativamente umido da dicembre a marzo, mentre a gennaio e febbraio si possono trovare molte giornate piovose; il periodo fra settembre e ottobre è quello consigliabile per visitare tutto il paese in condizioni di clima buono.

Cosa portare in valigia

In inverno (giugno-agosto): per la costa centro-meridionale e orientale, vestiti di mezza stagione, leggeri per il giorno, maglione e giacca leggera per la sera; per la costa orientale, impermeabile o ombrello; per la costa settentrionale (Mahajanga, Nosy Be), vestiti leggeri, una felpa per la sera, un foulard per la brezza; per Antananarivo e l’altopiano, vestiti di mezza stagione, giacca, maglione e berretto per la sera, foulard per il vento.
Per la barriera corallina, attrezzatura per snorkeling, scarpe acquatiche o con suola in gomma.
In estate (dicembre-febbraio): per tutta la costa e le zone interne a bassa quota, vestiti leggeri e in fibra naturale, cappello per il sole, una felpa leggera per la sera, impermeabile leggero o ombrello; per Antananarivo e l’altopiano, vestiti leggeri per il giorno, felpa e giacca leggera per la sera, impermeabile o ombrello.

Informazioni Utili

 

CAPITALE : Antananarivo (1.390.800 abitanti)

DOCUMENTI: Passaporto in corso di validità con scadenza non inferiore ai 6 mesi dalla data di partenza. E’ richiesto il visto individuale che viene rilasciato all’ arrivo in aeroporto. Costo € 60 da pagare in loco

INFORMAZIONI SANITARIE: Non sono richieste vaccinazioni obbligatorie. E’ consigliata la profilassi antimalarica (Paludrin/Malarone)

VALUTA: Al momento sono due le monete ufficiali del Madagascar : l’Ariary e il Franco Malgascio, in quanto la prima è destinata a subentrare progressivamente alla seconda. 1 euro vale circa 37 ariary, 1 ariary vale 5 franchi malgasci

LINGUA: La lingua ufficiale è il malgascio. Molto parlato il francese e abbastanza l’inglese

CLIMA: Tropicale, con due stagioni: la stagione delle piogge da novembre a febbraio e quella secca da aprile ad ottobre. Sulle coste e nelle isole la temperatura è sempre estiva e le piogge scarse. Sugli altopiani centrali, nella stagione invernale (secca), la sera può essere fresca

ABBIGLIAMENTO: E’ consigliato un abbigliamento pratico e informale, anche per soggiorni al mare. Per il tour sugli altipiani si consiglia di portare un maglioncino e una giacca a vento leggeri per la sera.
Si ricorda la farmacia personale, creme solari protettive e repellenti per insetti

FUSO ORARIO: Tre ore avanti rispetto al meridiano di Greenwich.

 Scopri le offerte per il Madagascar!