Islanda

La Terra del ghiaccio e del fuoco

“una delle destinazioni europee più amate dai turisti negli ultimi anni; apprezzata soprattutto per le sue straordinarie bellezze naturali: i ghiacciai, i geyser, le sorgenti termali, deserti di lava e vulcani”

costa meridion

Perché andare?

Perché un viaggio in Islanda? Perché è un’isola a metà strada tra Europa e America del Nord, al confine con il circolo polare artico, abitata da poco più di 300.000 abitanti, dove tutti gli elementi presenti in natura sembrano coesistere in armonia. L’Islanda viene chiamata “Terra del ghiaccio e del fuoco” : geyser, vulcani, ghiacciai, tempeste artiche, spiagge di sabbia nera, sole di mezzanotte e aurora boreale…regalano paesaggi suggestivi e rendono l’Islanda  una tra le destinazioni più esaltanti del pianeta.

L’Islanda è natura allo stato puro: a parte la moderna e cosmopolita capitale Reykjavík, il resto dell’isola è composto da piccoli centri abitati, agglomerati di case, villaggi di pescatori, fattorie e piccoli borghi disseminati lungo la costa. L’entroterra è praticamente disabitato: ghiacciai, vulcani, deserti di lava e cenere, zone impervie dove l’uomo non si è mai stabilito in modo permanente. Per questo l’Islanda è la destinazione ideale per gli amanti della natura “estrema” e delle attività outdoor: ovunque si vada si troveranno sempre paesaggi mozzafiato e totale assenza di altri esseri umani.

L’Aurora Boreale

L’aurora boreale è una delle esperienze magiche che l’Islanda ti permette di provare! Nonostante sia un fenomeno naturale che  si manifesta tutto l’anno, è visibile solamente con il buio, per questo nelle estati senza notte dell’isola non si vede mai.  La fine dell’autunno e l’inizio dell’inverno (da fine ottobre a dicembre) è il periodo migliore, anche se con un po di fortuna si riesce ad ammirarla anche fino ad aprile, o addirittura a fine agosto! Dove? Lontano dai grossi centri abitati, in zone desolate e buie. Il luogo più popolare è il Jökulsárlón Glacier Lagoon, nel sud-est del paese.

La Laguna Blu

Uno dei luoghi più suggestivi dell’isola e non si deve nemmeno faticare per raggiungerla, è la Laguna blu.  Dista solo 30 minuti in macchina da Reykjavik e 15 dall’aeroporto di Keflavik. Si tratta   di un lago geotermale  formato da acqua con temperatura variabile da 37 a 39 gradi centigradi, la cui colorazione azzurra e lattiginosa è dovuta alla presenza della Cyanobacteria, un’alga con grandi proprietà cosmetiche e curative. Nelle giornate fredde, con il vapore acqueo ad aleggiare sopra la superficie calda dell’acqua, è sicuramente una tra le esperienza più surreali che si possano provare.

lake

Jökulsárlón

Il più grande lago glaciale dell’isola e d’Europa. Ad inizio estate, quando le giornate sono lunghissime – quasi infinite – la luce del sole illumina la baia, rendendo il lago un immenso specchio. Le sue calme acque contribuiscono a dare questa sensazione, creando una perfetta simmetria. Il paese di Höfn è la base ideale per esplorare il lago.

I geyser

L’Islanda è la patria dei geyser. Non solo perché è il Paese con la maggiore concentrazione in rapporto alla superficie, ma anche perché la parola “geyser” – ormai divenuta d’uso internazionale – deriva dall’islandese geysir che significa “sgorgare”. Strokkur è uno dei più famosi geyser islandesi ed erutta regolarmente colonne d’acqua calde alte 20-30 metri ad intervalli di 5-10 minuti, mentre Geysir , il geyser più famoso e più antico d’Islanda, oggi è inattivo.

Altro da vedere

Da non perdere è il Parco Nazionale Thingvellir, si trova a circa 50km dalla capitale ed è diventato Patrimonio dell’Unesco.  Il parco è situato su una faglia tettonica tra la placca continentale europea e quella americana. Tra le cose da vedere c’è sicuramente Reykjavik, la capitale.

La città più popolata e più grande dell’Islanda, nota per la sua architettura e la vita notturna movimentata. Gullfoss le cascate più imponenti e famose dell’Islanda. Sentire il boato prodotto dall’acqua che si schianta al suolo è davvero incredibile. In estate poi grazie al sole e al vapore acqueo si possono vedere anche dei coloratissimi arcobaleni. Per gli amanti del relax imperdibile è la laguna Blu di Grindavik, un lago che gli islandesi chiamano Blue Lagoon.  L’acqua ha un colore turchese, e questa colorazione la si può vedere grazie al fondo ricco di minerali e grazie alla presenza di una particolare alga. L’acqua è molto calda, circa 39° e ha ha moltissime proprietà benefiche .

experience-package-tickets-comparison-2

Quando andare

L’Islanda offre una vasta scelta di esperienze per il viaggiatore, indipendentemente dal periodo di visita. Ogni stagione possiede la sua unica atmosfera, e si trovano sempre le opportunità per sperimentare nuove cose, trovare la bellezza e rimanere ipnotizzati dalla freschezza e dai colori della natura. Ogni stagione ha il suo fascino, che vi arricchirà con una fantasmagoria di ricordi indimenticabili.

Il periodo ottimale per fare un viaggio in Islanda va da Maggio ad Agosto. Le ore di sole in questi mesi sono circa 20 e la temperatura media si aggira sui 10° (Luglio), a differenza dell’inverno (Gennaio) quando la temperatura media è di 0° (Reykjavik). Molti potrebbero pensare che il clima dell’Islanda sia polare, ma non è così in quanto le temperature sono più miti grazie agli influssi della corrente del Golfo. La zona più fredda è quella centrale e settentrionale, mentre quella meridionale è influenzata dalla corrente del Golfo ed ha un clima più mite.

In primavera

La primavera è la stagione in cui il sole si alza sempre più in alto nel cielo, riscaldando la terra e ogni essere vivente. L’erba si inverdisce e gli uccelli migratori ritornano per la gioia degli amanti del bird-watching. In Islanda nidificano più di 200 specie di uccelli.

Per esempio, esistono letteralmente milioni di pulcinella di mare, alcuni avvicinabili anche dai viaggiatori. In primavera i pescatori con la lenza trovano la loro gioia negli azzurri laghi di montagna e nei fiumi di sorgente pullulanti di pesce di superba freschezza. Godetevi la nuova vita che rinasce in primavera

D’estate

In estate il cielo passa tra diverse variazioni di blu, grigio ed azzurro, ma non aspettatevi toni scuri o neri –  al nord il sole non tramonta mai e i giorni dell’estate sono infiniti. Potrete annusare il profumo dell’erba verde incastonata da miracolosi fiori di prato. Oppure visitare gli altipiani per sperimentare la vastità, la purezza e le spettacolari viste di quest’area completamente disabitata. Scoprire come l’azzurro del cielo, il bruno della terra ed il bianco dei ghiacciai si incontrano all’orizzonte.

C’è una vasta gamma di attività da provare – spedizioni subacquee, con sci e skidoo nel ghiacciaio più grande d’Europa, in fuoristrada, a pescare con la lenza, con la mountain-bike o in kayak. E non dimenticate di imbarcarvi in una spedizione di whale-watching, per ammirare alcune delle magnifiche specie di cetacei che prosperano nei ricchi oceani attorno all’isola. Il messe più caldo in Islanda è luglio , quando i termometri segnano il loro massimo, arrivando anche fino a 25-30°C!

In autunno

In autunno i ruscelli e fiumi ridondano di acqua di scioglimento, scorrono giù verso le pianure, alimentando la terra e infine l’oceano. La vegetazione verde diventa rossa, gialla o marrone, rendendo il paesaggio magnificamente multicolore. Non sorprende che i fotografi trovino l’autunno una stagione eccitante, con differenti toni di colore e imponenti panorami della volta celeste. In autunno le greggi di pecore e le mandrie di cavalli, dopo aver passato l’estate liberi al pascolo, vengono riportati nelle fattorie e ridistribuiti ai loro proprietari – eventi legati a sagre paesane aperte a tutti i visitatori.

D’inverno

L’inverno è il periodo dei contrasti assoluti. La pacifica neve bianca accentua il nero dei campi di lava, creando sculture di magica fattura. Alla sera, improvvisamente le tenebre dei cieli vengono illuminate da raggi di luce danzanti, verdi, bianchi o rossi – l’aurora boreale fa il suo ingresso maestoso nelle giornate di freddo intenso ma limpido. L’inverno è la stagione dello sci di fondo, e non c’è bisogno di allontanarsi troppo Reykjavík per trovarsi circondati da paesaggi mozzafiato e grandi vedute.

L’inverno islandese non è particolarmente freddo, nella capitale(Reyjavik) la temperatura varia dai -2°C ai +2 °C

Info Utili

DIFFERENZA ORARIA CON L’ITALIA

-1 ora rispetto all’Italia (-2 quando in Italia vige l’ora legale)
DOCUMENTI
L’islanda aderisce al trattato di Schengen, è quindi sufficiente un documento d’identità valido per l’espatrio e, per la guida, la patente italiana. Il documento, passaporto o carta d’identità, deve avere una validità di almeno tre mesi.

Nota: la carta di identità con validità prolungata dal comune mediante timbro posto sul retro della stessa spesso non è accettata. Onde evitare la sgradevole sorpresa di essere respinti, si consiglia munirsi di una nuova carta di identità.

CLIMA ED ABBIGLIAMENTO

L’Islanda, al contrario del nome, non è affatto una terra dei ghiacci. Situata in piena corrente del golfo, ha unl clima mitigato, rispetto ad altre destinazioni del nord Europeo. Di conseguenza gli inverni non sono troppo rigidi, e le estati sono fresche. Il clima è spesso ventoso, molto variabile e può cambiare più volte durante la giornata. Da fine maggio a inizio agosto regna il sole di mezzanotte, mentre durante l’inverno si ammira facilmente il magico spettacolo dell’affascinante Aurora Borealis.

Sole di Mezzanotte

D’estate le notti islandesi sono caratterizzate dalla luce solare, e nel mese di giugno il sole non tramonta mai completamente nel nord del paese, anche se questo sole non ha la stessa intensità luminosa e di calore di quello di mezzogiorno.

La temperatura massima in estate varia da 15 C° a 25 C° circa, e da 3 C° a 6 C° la minima. La temperatura in Gennaio, il mese più freddo, arriva raramente sotto gli 0 C° nei centri abitati.

Le condizioni del tempo sono influenzate, oltre che dai fattori metereologici, anche da quelli vulcanici e pertanto, durante la giornata, anche in piena estate, si verifica una grande variabilità. Si passa anche 3 o 4 volte al giorno dal sole alla pioggia e dalla calma al vento forte: i visitatori devono essere quindi preparati ad ogni tipo di situazione metereologica in qualsiasi periodo dell’anno, inclusi imprevisti cambiamenti di temperatura.

L’ abbigliamento dovrà essere quindi medio pesante, oltre che comodo: In l’estate è consigliabile un abbigliamento a strati per la variabilità del tempo: in una giornata si può passare repentinamente dalla pioggia al sole. E’ sempre bene premunirsi di un impermeabile o di una giacca a vento con cappuccio (l’ombrello con il vento è solo di impaccio). Scarpe robuste. Durante l’inverno è raccomandabile premunirsi di abbigliamento più caldo.

Le possibilità di indossare abiti eleganti sono quindi limitate agli alberghi e ristoranti della capitale.

Da non dimenticare: occhiali da sole – berretto di lana o cappello impermeabile

Indispensabile un costume da bagno per approfittare delle numerose piscine geotermiche e sorgenti calde!

 

LINGUA
La lingua ufficiale è l’Islandese, antica lingua di origine norvegese parlata dai primi coloni giunti dalle regioni occidentali della Norvegia e delle isole Britanniche e, ancora oggi quasi invariata rispetto al passato, anche a causa dell’isolamento geografico e per la scarsità della popolazione. L’inglese è parlato quasi ovunque.

MONETA

L’unità monetaria è la “Krona”, divisa in 100 “Aural”. Non è commerciabile all’estero e il cambio può essere effettuato soltanto in loco, quindi prima del ritorno, ricordarsi di ricambiare le Corone islandesi in Vostro possesso, non essendo convertibili in altri Paesi. Le carte di credito sono comunemente accettate ovunque anche per acquisti minimi.

E’ consigliabile portare con se Euro da cambiare sul posto. Il cambio più conveniente viene praticato presso gli sportelli in aeroporto, che si trovano prima del controllo documenti.

Le banconote sono in tagli da 500 kr., 1000 kr., 2000 kr., 5000 kr., e la moneta in pezzi da 100 kr., 50 kr., 10 kr., 5 kr. e 1 kr. Uffici di cambio (il primo che incontrerete è esattamente all’uscita dal corridoio dei gate aeroportuali; impossibile mancarlo) sono operanti in tutte le banche islandesi,generalmente aperti nei giorni feriali dalle 9,15 alle 16,00, e inoltre:

  • The Change Group Iceland, servizio di cambio valuta, aperto sette giorni la settimana ad orario continuato.
  • Arrivi, IS-235, Aeroporto Internazionale di Keflavik.
  • Austurstraeti 20, IS-101 Reykjavik, (dentro il ristorante McDonald’s).

CORRENTE ELETTRICA
La corrente elettrica in Islanda è di 220 volts, 50 Hz AC, come in Italia.

Le prese possono avere due spinotti tondi o due poli obliqui.

CUCINA

A Reykjavik si trovano molti ristoranti tipici dove si può gustare un’ottima varietà di piatti: una piacevole scoperta per gli esigenti palati italiani! Nei piatti islandesi troverete molto pesce, sempre freschissimo, e dell’ottimo agnello. La cucina è sia internazionale che locale, e la prima colazione è sempre a buffet. I prezzi sono comunque abbastanza elevati. Innumerevoli anche le pizzerie, le rosticcerie ed i fast-food.
La vita notturna, soprattutto durante i fine settimana, offre numerose possibilità di svago, grazie ai molti locali che si trovano nel centro città.

Tra i prodotti tipici islandesi il pesce assume naturalmente un ruolo di rilievo tanto per la qualità e la varietà, che per i modi in cui viene preparato.
Il cibo tradizionale islandese non è così cattivo come si potrebbe pensare, delle ricette sono molto gustose ….…tranne alcune eccezioni: l’hákarl, carne di squalo putrefatta tenuta sepolta anche sei mesi perché sia decomposta a sufficienza, l’hrútspungur, testicoli di montone tenuti a bagno nel siero di latte e poi pressati fino a formare una torta,  lo svid, testa di pecora bruciacchiata, segata a metà, bollita e mangiata fresca o in salamoia o lo slátur, un miscuglio di frattaglie di pecora insaccate in un budello e poi bollite.
Meno bizzarri altri piatti tipici: harfiskur (eglefino), bleikja (salmerino), lundi (pulcinella di mare) e, se non si è contrari a mangiarle, grasso e bistecche di balena e carne di foca.
Un’altra specialità islandese è lo skyr, un prodotto simile allo yoghurt a base di latte pastorizzato e batteri, dalle origini molto antiche.  Il caffè è una istituzione nazionale, mentre birra, vino e alcolici sono costosi.

La bevanda tradizionale islandese è il brennivín, una sorta di superalcolico ottenuto dalle patate e aromatizzato con cardi.

MANCE

Di norma è sempre tutto incluso; nel conto è già compreso il servizio. Le mance sono sempre a discrezione del cliente. Per il servizio di ristorazione la mancia non rientra nelle abitudini degli islandesi.

ORARI 

L’orario d’ufficio è generalmente 9:00-17:00, ma alcuni enti e compagnie osservano l’orario 8:00-16:00 durante i mesi estivi (giugno, luglio ed agosto).

Gli orari dei negozi sono lun-ven 9:00-18:00, il sabato aprono alle 10:00 con chiusura tra le 13:00 e le 16:00.
Alcuni supermercati sono aperti fino alle ore 23:00 sette giorni la settimana.
Gli orari delle banche sono lun-ven 9:15-16:00.

Gli orari degli sportelli postali sono i seguenti: da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 16.30; Il servizio postale è efficiente.
Le cassette pubbliche per l’invio sono un po’ ovunque. I francobolli sono in vendita presso gli uffici postali, gli alberghi e i rivenditori di cartoline.

I negozi al di fuori dell’area urbana di Reykjavik, nei centri commerciali e nelle stazioni di servizio sono spesso aperti ogni giorno della settimana dalle 9,00 con orario di chiusura variabile tra le 22,00 e le 23,30.

TELEFONO

Tutte le località dell’Islanda si possono chiamare direttamente.
Il PREFISSO internazionale dell’Islanda per chi chiama dall’Italia è 00-354 + il numero di sette cifre.
I telefoni pubblici accettano sia monete che carte telefoniche, acquistabili presso gli uffici postali e telefonici di tutto il paese. Le tariffe telefoniche variano, chiamando all’interno del paese, a seconda della fascia oraria, mentre la tariffa è fissa per le interurbane con l’estero.

Il telefono per le emergenze in Islanda è 112.

Telefonia mobile

GSM: In Islanda vi sono due operatori di GSM, Siminn (Iceland Telecom) e Og Vodafone, che insieme coprono la maggior parte dell’Islanda, compresi paesi e città con più di 200 abitanti. Queste due compagnie vendono carte telefoniche GSM prepagate e offrono servizi di GSM/GPRS. Le carte prepagate sono reperibili anche nelle stazioni di servizio attorno al paese.

Internet

Sebbene l’uso della rete sia pratica quotidiana per gli islandesi non sono comuni gli internet point dove poter usufruire di connessioni pubbliche. Tale opportunità è comunque garantita a pagamento in quasi la totalità delle strutture di pernottamento.

RELIGIONE

Il 98% degli islandesi è protestante e di questi, circa il 93% appartiene alla Chiesa evangelico-luterana, riconosciuta costituzionalmente di Stato. Vige una completa libertà di culto, che permette anche alle minoranze di praticare il proprio credo.

ACQUISTI

I negozi islandesi sono di livello internazionale ed offrono un grande assortimento di merce.
La produzione tipica locale è costituita per lo più da prodotti lanieri, come maglioni, pullover, berretti e guanti; poi ceramica, vetreria ed argenteria di stampo manifatturiero. Ma soprattutto sono i prodotti ittici della migliore qualità che spiccano sugli altri per pregiatezza e varietà.

Il classico dono da riportare a casa dall’Islanda è il maglione islandese, lavorato a mano, con motivi originali. Non ce ne sono due simili. La lanolina naturale e il doppio strato di fibra, (una lunga e rada per proteggere dall’umidità, una corta e densa per isolare dal freddo) fanno si che la folta e soffice lana islandese fornisca una comoda difesa dal freddo e dall’umidità.
Anche un piccolo vasetto di uova di caviale islandesi o un pò di “harðfiskur” (pesce essiccato) possono essere un apprezzato souvenir, anche se il secondo è meglio gustarlo in piccole dosi .
Molti orafi realizzano anche bellisimi gioielli moderni con pietre islandesi o con l’agata, con il diaspro e l’ossidiana nera.
Una passeggiata lungo la Skólavörðustígur di Reykjavík, da Laugavegur alla chiesa Hallgrímskirkja, condurrà verso alcuni allettanti negozi di lana, di gioielli e di oggetti artistici.

I tipici maglioni di lana fatti a mano si trovano sia in città, da HELGAÍS – HafnarstrÊi 4 –  che negli spacci sparsi in tutto il paese.

ASSISTENZA SANITARIA

Non sono richieste vaccinazioni di nessun tipo per chi si reca in Islanda.

L’acqua del rubinetto è potabile. L’acqua dei fiumi glaciali può apparire scura, ma in caso di necessità si può bere.
Esistono centri sanitari e medici professionisti in tutto il paese, sia nei centri maggiori che nei villaggi.

Se provvisti della Carta Regionale dei Servizi o del modello E111 rilasciato dalla ASL della propria zona,i cittadini dell’Unione Europea ricevono l’assistenza sanitaria gratuita.

Le farmacie sono chiamate “Apotek” e sono aperte secondo l’orario normale di tutti gli altri negozi, oltre al fatto che c’è sempre a Reykjavik una farmacia aperta 24 ore su 24.

Scottature da sole e da vento:

Il sole scotta anche quando fà freddo. Il vento può disidratare ed irritare la pelle.
Proteggetevi con un cappello e applicate un buon filtro solare e creme protettive sulla cute esposta, anche nelle giornate nuvolose. Il riverbero del sole sulla neve e sul ghiaccio possono danneggiare gli occhi, perciò gli occhiali da sole sono indispensabili.

AMBIENTE

L’Islanda è una massa terrestre relativamente giovane e soggetta a periodici sconvolgimenti a causa dell’attività vulcanica. I terremoti qui sono piuttosto comuni e le persone si curano solo delle esplosioni vere e proprie, quelle che fanno sorgere un’isola dove un tempo c’era solo l’oceano, oppure quelle che riplasmano la superficie terrestre. Non sorprende che tra scosse ed eruzioni il paesaggio sia privo di alberi, mentre esistono in abbondanza ampie zone di tundra, praterie, torbiere e aridi deserti. L’unico mammifero indigeno è la volpe dell’Artico; anche gli orsi polari, che saltuariamente arrivano dalla Groenlandia sui banchi di ghiaccio galleggianti, sono originari, ma sono considerati ospiti indesiderabili. Tra gli animali introdotti vi sono la renna, il visone e il topo selvatico. Vi sono anche molti uccelli, soprattutto marini, oltre a mammiferi marini e pesci. Tra i pesci di acqua dolce ci sono anguille, salmoni, trote e salmerini alpini.

Aree geotermali

Troverai pozze calde geotermali in molte zone dell’Islanda.
La temperatura dell’acqua o dei fanghi può essere al di sopra del punto di ebollizione.
Segui le istruzioni disponibili e percorri solo i sentieri indicati quando visiti le aree geotermali.
Non provare con le dita la temperatura dell’acqua.
Guarda dove cammini. C’è spesso una sottile crosta sulla superficie delle pozze geotermali, che si può rompere se ci si cammina sopra, causando scottature ai piedi o alle gambe.
Seguire sempre i sentieri consigliati.

 Scopri le offerte per l’Islanda!